NEW TRANSWORKS

ottobre 2012 – maggio 2014

NEW TRANSWORKS: NEW TRANSnational mobility WORKShops

PROGRAMMA: LLP – Lifelong Learning Programme
SOTTO-PROGRAMMA: Leonardo da Vinci — Progetti di Mobilità Transnazionale per Professionisti VET (Mobilità – VETPRO)
DURATA: Ottobre 2012-Maggio 2014
ENTE PROMOTORE E COORDINATORE: CONFAO
PARTNERSHIP TRANSNAZIONALE: Italia – Austria – Germania – Lituania – Portogallo – Regno Unito – Spagna

PARTNERSHIP:
Partnership Nazionale:
CONFAO è Applicant/Coordinatore del Progetto

Partners di Invio:

  • IPSEO Istituto Professionale Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Aldo Moro” (LE)
  • I.I.S. Istituto Istruzione Superiore “Luigi Sturzo” di Gela (CL)
  • IPS Istituto Professionale di Stato “Mauro Perrone” di Castellaneta (TA)
  • Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali e Turistici “Sassetti – Peruzzi” di Firenze
  • IPSC Istituto Professionale dei Servizi per l’Enogastronomia e Commerciali “A. Olivetti” di Monza (MB)
  • IIS Istituto di Istruzione Superiore “Giuseppe Maggiolini” di Parabiago (MI)
  • ITCG Istituto Tecnico Commerciale per Geometri e per il Turismo “T. Acerbo” (PE)
  • I.I.S.S. “R. Lotti” di ANDRIA (BT)
  • IISS Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “A. De Pace” (LE)
  • IIS Istituto di Istruzione Superiore “V. Dandolo” (BS)
  • IIS E. Majorana di Piazza Armerina (EN)
  • Istruzione Secondaria Superiore Polo di Cutro
  • IPS F. Datini di Prato
  • IIS Istituto Istruzione Superiore Sandro Pertini di Crotone
  • Istituto d’Istruzione “Filippo Bottazzi” di Casarano (LE)
  • Sviluppo & Competenze, SV&CO Srl (Roma)

Partnership EU:

Sintesi del progetto

Il progetto rappresenta la continuazione e lo sviluppo del precedente progetto di Mobilità VETPRO dal titolo “TRANS-WORKS – TRANSnational mobility WORKShops” finanziato nel 2009 e concluso nel 2011. Questa seconda edizione si giustifica in relazione ai risultati altamente positivi della precedente esperienza e per la prospettiva di approfondimento del già acquisito collegamento con il progetto 147788-LLP-1-2008-1-IT-ECVET, “NET.WORK – ECVET System for no Borders in Tourism’ Hospitality European Training and Work,” di cui CONFAO è stato partner, con il compito di supportare, attraverso le strutture associate, gli sviluppi della sperimentazione, valutazione e validazione.

Il progetto NEW TRANSWORKS ha tenuto conto degli sviluppi del progetto NETWORK e dei risultati del precedente progetto di mobilità TRANSWORK anche per quanto riguarda l’ampliamento della rosa dei partner transnazionali con l’ingresso di UK, Lituania e Germania (oltre ad Austria, Portogallo e Spagna per un totale di 7 HO-PA), riequilibrando così le aree comunitarie dove è stato possibile svolgere l’esperienza di informazione e scambio. Ciò è stato realizzato anche a livello nazionale equilibrando anche la distribuzione per macroaree/regioni dei 16 SE-partner. La prospettiva è stata, quindi, sia di un allargamento della piattaforma di competenze professionali in grado di operare all’interno delle istituzioni di appartenenza e nel quadro della rete CONFAO, che di un approfondimento di tali competenze con gli sviluppi sopra richiamati del progetto ECVET, in modo da realizzare, nel settore indicato, più ampi e durevoli seguiti operativi.

L’obiettivo specifico del nuovo progetto NEW TRANSWORKS è stato di mettere in contatto 60 docenti, provenienti da scuole secondarie ad indirizzo turistico, alberghiero, agrituristico e dell’ospitalità, con istituzioni formative e strutture rappresentative del settore di altri paesi europei (istituti di istruzione secondaria superiore o di formazione professionale ad indirizzo turistico e/o alberghiero) per:
acquisire orientamenti rispetto ai processi di apprendimento per competenze e ai metodi di:

  • valutazione/certificazione delle competenze in atto nei paesi ospitanti, nella prospettiva di sviluppo nel nostro paese degli interventi sperimentali in corso all’interno dello schema strutturale definito per il Sistema Europeo di Trasferimento dei Crediti nell’Istruzione e Formazione Professionale – ECVET;
  • approfondire le proprie conoscenze sui sistemi di formazione nell’area turistica, in particolare sulle qualifiche del settore ricezione nel comparto turistico-alberghiero – qualifiche corrispondenti a quella definita in Italia per la formazione di “Tecnico di assistenza alla direzione di strutture ricettive”, nella specificazione di “cura della gestione operativa del reparto ricevimento e alloggio”, in connessione con le specificazioni operative di “gestione dei servizi di animazione”; “gestione dei processi amministrativi”, “implementazione e gestione di un sistema qualità all’interno dell’azienda”, e con quelle di area (in particolare “ricevimento nel settore tradizionale, negli agriturismi, nei villaggi turistici, ecc.).

Attraverso l’esperienza condivisa negli stage in programma, i docenti hanno potuto diffondere le buone pratiche acquisite nei paesi partner e contribuire alla costruzione/applicazione di strumenti comuni di definizione, attuazione, validazione e riconoscimento di percorsi formativi modulari all’interno di ECVET al duplice fine di facilitare la mobilità nelle diverse fasi e situazioni formative e di consentire la costituzione di crediti riconoscibili ai fini dell’occupabilità, in tutta l’area comunitaria.
Il progetto, nei suoi obiettivi e nei suoi contenuti operativi, ha rappresentato per il personale sopra descritto una fondamentale occasione di sviluppo sia delle personali competenze culturali che, ancor più accentuatamente, di quelle professionali.

Il progetto, della durata di 20 mesi (1.10.2012 / 31.5.2014), ha realizzato diversi flussi di mobilità nei 6 Paesi partner. Per ogni gruppo il periodo di mobilità ha avuto la durata di una settimana ed è stato preceduto da un periodo di informazione e formazione di tipo linguistico, pedagogico-culturale ed organizzativo in vista ed a supporto dei periodi di mobilità.

CONFAO ha svolto il ruolo di:
promozione e coordinamento del progetto;

  • organizzazione e gestione delle relazioni con gli organismi intermediari e con quelli ospitanti;
  • monitoraggio amministrativo e controllo delle attività;
  • organizzazione delle azioni di preparazione e formazione del personale candidato alla mobilità;
  • organizzazione e coordinamento delle attività di monitoraggio e di valutazione;
  • organizzazione delle azioni di diffusione e disseminazione dell’esperienza;
  • monitoraggio del rispetto degli impegni della Carta europea di qualità per la mobilità.
Risultati

Il progetto e le esperienze di mobilità realizzate hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi indicati nella proposta, nella misura in cui, in sede di monitoraggio e valutazione – sia attraverso le modalità e gli strumenti di rilevazione definiti all’interno del progetto, sia attraverso il questionario scambi di RAP4LEO – i docenti hanno dichiarato piena soddisfazione globale dello scambio. In particolare i livelli di soddisfazione più alti e omogenei sono stati espressi dai 59 partecipanti in relazione alla “chiara definizione preliminare degli obiettivi del progetto e delle esperienze di mobilità”, sia in relazione al “supporto pedagogico, linguistico ed organizzativo fornito”.
Il fabbisogno che il progetto mirava a soddisfare, in particolare in riferimento ad una maggiore comprensione del funzionamento e delle metodologie didattiche applicate nell’ambito di sistemi di formazione “competences based” inseriti a loro volta nel contesto del confronto e scambio su metodi di valutazione/certificazione delle competenze in atto nei paesi ospitanti all’interno dello schema strutturale definito per il Sistema Europeo di Trasferimento dei Crediti nell’Istruzione e Formazione Professionale – ECVET – non solo è stato soddisfatto con elevati livelli di gradimento, ma ha ampliato le ricadute personali e professionali dei partecipanti allargando la visione anche a:

  • confronti fra funzionamento, management e Governance dei diversi sistemi VET incontrati;
  • modalità di progettazione formativa e di insegnamento/apprendimento innovative e fortemente legate agli aspetti pratici e applicativi;
  • approccio multidisciplinare, multiculturale e linguistico nell’insegnamento, ivi compresa la metodologia apprendimento CLIL (Content and Language Integrated Learning);
  • raccordo tra Istruzione, Formazione e mondo del lavoro, anche in un’ottica di innovazione dei sistemi nazionali di alternanza scuola-lavoro;
  • confronto con colleghi europei su certificazione delle competenze, valutazione e utilizzo effettivo del sistema ECVET alla formazione superiore nel settore turistico-alberghiero;
  • approfondimenti teorici e tecnici sul settore specifico.

In linea con questo ampliamento degli obiettivi progettuali che sono stati soddisfatti per i partecipanti alle mobilità, le medesime attività di monitoraggio e valutazione realizzate sia all’interno del progetto, sia attraverso il questionario scambi di RAP4LEO, hanno evidenziato i seguenti vantaggi che hanno tratto i partecipanti dalle attività di tirocinio/scambio:

  • dalla generica crescita personale e professionale, e l’acquisizione di un approccio multidisciplinare, multiculturale e linguistico nell’insegnamento espressa dalla totalità dei partecipanti;
  • all’accrescimento delle competenze linguistiche, non solo in relazione alla lingua veicolare di prescelta in fase di progettazione (inglese) ma anche in relazione alle lingue dei paesi ospitanti (in particolare spagnolo, francese e tedesco) e alla micro lingua di settore (sia relativa al settore turistico-alberghiero che relativa al settore istruzione e formazione) espressa dalla maggioranza dei partecipanti;
  • all’acquisizione di modelli, definiti dalla maggior parte dei partecipanti innovativi o all’avanguardia, di funzionamento, management e Governance dei diversi sistemi VET incontrati, con un notevole impatto sulla condivisione con colleghi e gestori delle strutture di appartenenza, e sui vantaggi derivanti dalla disseminazione delle competenze acquisite;
  • all’acquisizione di modelli e modalità di progettazione formativa e di insegnamento/apprendimento “competence based”, innovativi e fortemente legati ai contesti, alle esigenze delle imprese e del mondo del lavoro in generale, e pertanto stimolando il raccordo dell’insegnamento con gli aspetti pratici e applicativi, ivi compresa l’approfondimento della metodologia apprendimento CLIL (Content and Language Integrated Learning);
  • allo stimolo ad apportare innovazioni e nuovi approcci per la realizzazione di percorsi alternanza scuola-lavoro per gli studenti, e diffusione della cultura della mobilità a colleghi e studenti;
  • all’acquisizione di modelli e strumenti di valutazione, riconoscimento, validazione e certificazione delle competenze, nell’ottica di un loro utilizzo effettivo nel quadro delle direttive sperimentali di applicazione del sistema ECVET allo specifico settore del turismo e dell’accoglienza turistico-alberghiera;
  • fino allo specifico alto gradimento espresso in relazione all’acquisizione di un corpus di documenti e strumenti formativi per la comprensione dello stato di avanzamento dell’applicazione del sistema ECVET a livello nazionale ed Europeo.

CONFAO – Consorzio Nazionale per la Formazione, l’Aggiornamento e l’Orientamento

Iscriviti alla newsletter

Area riservata

Via Tirone, 11 – 00146 Roma
P.IVA/CF: IT09088951000
Tel.: +39 0688373876
Fax: +39 06233242107
Email: confao@libero.it
Pec: confao@pec.it

Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella di posta per confermare l'iscrizione